Cile: in viaggio con Pablo Neruda

Cile: in viaggio con Pablo Neruda

€ 1.880 - Quota base per persona in camera doppia (Voli esclusi)

Santiago, Valparaiso, Isla Negra, Valle dei Vini, Temuco, Huilo Huilo

10giorni/7notti

partenze possibili da/per i principali aeroporti Italiani

Partenze individuali, minimo 2 partecipanti, con assistenza di guide locali parlanti Italiano (con eccezioni)

Tariffe soggette a riconferma alla prenotazione


Galleria Fotografica

Descrizione

Descrizione del Viaggio: (ID 039)

Pablo Neruda (1904/1973) è considerato uno dei più grandi scrittori della Letteratura contemporanea dell’America latina. Nel 1971 vince il Premio Nobel per la sua opera straordinaria dove attraverso una lirica innovativa e profondissima, tocca i temi più disparati: l’amore, il dolore, i paesaggi e la natura del Cile, la lotta politica e sociale, la speranza in un futuro migliore. La sua vita è ricchissima di eventi, amori, esperienze e spostamenti. Il suo ricordo è ancora tuttora vivissimo in Cile ed è notizia recentissima la riapertura del caso sulla sua morte, ancora in discussione se dovuta a cause naturali o se il Poeta sia stato assassinato per il suo impegno politico e per la sua opposizione al regime di Pinochet.

VALPARAISO Camminare per i “barrios”, i quartieri di Valparaíso, è come immergesi in una grande esposizione d’arte, tanto che nel 1992 fu inaugurato il museo a cielo aperto, una collezione di opere di 18 artisti cileni tra i quali Roberto Matta, Josè Balmes, Matilde Pérez e Nemesio Antúnez comprendente 20 murales che si sviluppano lungo le vie del Barrio Bellavista, riempiendo di colori scale, vie e pareti dove figure e personaggi convivono armoniosamente. Il centro storico di Valparaíso è stata dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2003, inoltre in città, nel Cerro Florida, si trova “la Sebastiana” una delle tre case di Pablo Neruda, il grande poeta e scrittore cileno da dove si gode di una magnifica vista sulla baia e sul porto.

VALLE DI CASABLANCA Questa valle dall’aspetto molto bucolico è una delle principali aree di produzione vinicola del Cile, nota per il successo avuto nella produzione di vini bianchi di alta qualità. Le case vinicole principali sono la Emiliana, la Indomita e la Casa Matetic, dove si può anche pernottare

SANTIAGO Santiago, la capitale, adagiata nella valle centrale del Paese e circondata dalle montagne della cordigliera delle Ande è il centro politico, amministrativo e culturale del Cile. Il cuore del centro storico si sviluppa intorno alla vivace Plaza de Armas, dove si affacciano la Cattedrale, il Correo Central, il Palazzo della Real Audencia. Nelle vicinanze si trovano il Paseo Ahumada, la via commerciale pedonale piena di negozi, bar e ristoranti, il Palacio de la Moneda, il Palazzo Cousiño appartenente alla famiglia Cousiño-Goyenechea, tra le più facoltose dell’epoca e il Teatro Municipale. Da non perdere la visita del Mercado Central, costruito alla fine dell’800, in bella struttura di ferro importata dall’Inghilterra che oggi ospita il pittoresco mercato del pesce. A nord, al di là del Rio Mapocho, si può raggiungere il Cerro San Cristóbal, che offre una strepitosa vista della città. Ai suoi piedi, il Barrio Bellavista è pieno di caffè, ristoranti, bar e club alla moda e ospita La Chascona, la casa-museo del poeta Pablo Neruda. Il frizzante e mondano quartiere di Lastarria è un’oasi nascosta nel centro della città, con ristoranti, teatri, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Nel quartiere di Barrio Italia dove si stabilirono gli artigiani immigrati nel 19° secolo, è un susseguirsi di negozi di antiquariato con bei mobili e simpatici oggetti, gallerie d’arte, bar e ristoranti tradizionali. Per gli amanti della storia e della cultura imperdibile è il Museo della Memoria e dei Diritti Umani, dedicato ai fatti accaduti durante la dittatura di Pinochet, il Museo Nazionale de Bellas Artes e il MAC (Museo di Arte Contemporanea). Negli ultimi anni, Santiago ha avuto una grande rinascita nel campo delle arti, della cultura e della vita sociale, con la comparsa di nuove gallerie d’arte dove espongono artisti emergenti, musei e ristoranti trendy, trasformandosi in una delle capitali più attraenti e vive dell’America Latina.

la quota comprende:

  • Franchigia bagaglio 20 Kg. (salvo eccezioni indicate nella documentazione di viaggio)
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard (due letti singoli, il letto matrimoniale non è mai garantito)
  • Noleggio auto (a Santiago per 3 giorni) Cat. B1 (tipo Gol ) comprensivo di assicurazione obbligatoria. Chilometraggio illimitato.
  • Trasferimenti, visite ed escursioni con servizio privato a Santiago; con servizio collettivo e guida parlane spagnolo/inglese alla Riserva del Huilo Huilo (tranne durante i trasferimenti)
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio.
  • La polizza Viaggi rischio Zero.
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione

Attenzione:

Quote non valide per Natale, Capodanno, durante le festività nazionali ed eventuali congressi.

il programma potrebbe subire delle variazioni, anche in corso di viaggio, senza modificare il contenuto delle visite.

la quota non comprende:

  • I voli intercontinentali ed interni con le relative tasse aeroportuali
  • Gps
  • La Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • I pasti non indicati, le bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio.
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”.

tariffe soggette a riconferma

Richiedi info:

L'invio del presente modulo richiede l'accettazione della nostra Privacy Policy che puoi leggere a questo link:

Dichiaro di aver letto l'informativa in ogni sua parte e acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Mappa

Cile: Ritratto in breve

A guardarlo sulla cartina geografica, mentre corre stretto lungo il Pacifico, sulle cui coste sembra quasi schiacciato dall’immensa, confinante Argentina, il Cile potrebbe apparire una regione di scarso interesse turistico. Il suo sviluppo in lunghezza, invece, costituisce la sua ricchezza, con la diversità dei suoi climi, i contrasti dei suoi paesaggi e le tracce della sua storia, da quella precolombiana a quella più recente della dominazione spagnola. Lontani, finalmente, i tempi bui della dittatura del generale Augusto Pinochet, che guidò il sanguinoso colpo di stato contro il presidente socialista Salvador Allende nel 1973, riaperte le proprie porte al mondo, il Cile offre ai visitatori una varietà di paesaggi, difficile da trovare in altri Paesi del mondo della stessa estensione territoriale, così, si passa dal deserto più arido del mondo, nel Cile del Nord, agli imponenti iceberg nell’estremo Sud. Ricco di una cultura che ben ha saputo coniugare le tradizioni delle popolazioni native con quelle dei discendenti dei coloni europei, con i suoi 16 milioni di abitanti il Cile è attualmente uno dei Paesi più sviluppati dell’intera America Latina: dal 1990 ha ridotto il tasso di povertà della popolazione, investendo oltre due terzi del bilancio pubblico in programmi sociali, e, in soli venti anni, dal 1990 a oggi, ha visto l’accesso dei suoi giovani all’università quadruplicarsi, passando dal 10% al 40%.

Capitale

Santiago del Cile. Fondata nel 1541 da Pedro de Valdivia in una posizione che poteva assicurare una buona difesa, si sviluppò anticamente verso il monte, sullo sperone di San Cristòbal, e lungo il fiume Mapocho. In seguito, lo sviluppo della città, anche grazie all’aumento considerevole della popolazione, ha visto la costruzioni di nuovi quartieri verso sud ed est. Posizionata nella Valle Centrale, fra le due cordigliere, Santiago gode di un clima di tipo mediterraneo, con frequenti piogge invernali ed estati calde e secche. La città è caratterizzata da imponenti arterie e piazze (plazas), che conservano nella scacchiera il progetto originario voluto dagli spagnoli. Quando ci si trova a Santiago non si può non fare un salto al pittoresco Mercado Central, il centro storico di Plaza de Armas, con artisti e venditori ambulanti, o al Palacio de la Moneda, edificio tardo-coloniale che occupa addirittura un intero isolato. Tra i musei, imperdibile quello di Arte Precolombiana e il Museo de Santiago, che illustra l’espansione della città. Il “quartiere francese” di Bellavista è una delle zone più vivaci di Santiago, con ristorantini tipici e un mercato artigianale che si tiene nelle serate del venerdì e del sabato.

Lingua

Spagnolo.

Religione

In maggioranza cattolici, solo il 14% dei cileni professano una religione protestante.

Sport

Lo sport più diffuso è il calcio, seguito dal rodeo cileno, dal 1962 dichiarato sport nazionale.

Fuso orario

Da ottobre a marzo è in vigore l’ora legale locale. Durante tale periodo la differenza oraria con l’Italia è di meno 4 ore.

Distanza dall’Italia

Da Santiago del Cile a Roma, in linea d’aria, la distanza è di 11968 chilometri.

Moneta

La valuta locale è il Peso cileno (CLP).

Fonte: Dove Viaggi

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

PASSAPORTO: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento : “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

VISTO D’ INGRESSO: non necessario, per turismo fino a tre mesi (90 giorni) di permanenza nel Paese.

Si raccomanda di fare attenzione a non smarrire la copia del foglietto di immigrazione compilato all’atto di ingresso nel Paese, necessario per l’uscita dal Cile. In caso di furto occorre  denunciarlo immediatamente.

FORMALITA’ VALUTARIE: nessuna. Non e’ possibile fare ingresso in Cile con importi in contanti non dichiarati superiori ai 10.000 USD.

La valuta straniera in Cile può essere liberamente cambiata nel Paese. Il Peso è convertibile in tutte le monete. Le Società commerciali sono, sotto il profilo giuridico, simili a quelle italiane.

Ulteriori informazioni sono reperibili consultando i seguenti siti: http://www.ambsantiago.esteri.it

http://www.infomercatiesteri.it/paese.php?id_paesi=40 #slider-2

CONTROLLI  FITOSANITARI  ALLE FRONTIERE: al momento dell’ingresso nel Paese viene richiesto ai viaggiatori di compilare un modulo nel quale si dichiara l’eventuale presenza di frutta, miele, prodotti di origine vegetale (tra cui manufatti in legno) o animale (formaggi, insaccati, ecc.) ed altro.

Si invitano i viaggiatori a prestare particolare attenzione nella compilazione di tale dichiarazione, poiché vengono realizzati controlli capillari presso tutte le frontiere di ingresso (terrestri, portuali ed aeroportuali) da parte del SAG (Servicio Agricola y Ganadero), che provvede all’attento esame dei veicoli e di tutti i bagagli, anche tramite apparecchiature a raggi X.

Nel caso di rinvenimento di prodotti il cui ingresso e’ vietato nel Paese, essi vengono sequestrati e distrutti. Nel caso in cui non si sia provveduto a dichiararne il possesso, vengono applicate sanzioni pecuniarie anche rilevanti.

Onde evitare inconvenienti, si suggerisce di visionare preventivamente il sito web del SAG (www.sag.cl) nella sezione ingreso/salida de Chile/pasajeros, dove sono elencati i prodotti autorizzati e quelli vietati.

In caso di dubbio sul contenuto del proprio bagaglio o su specifici oggetti, si consiglia di dare risposta affermativa nella dichiarazione circa la possibile presenza di prodotti di origine animale o vegetale, lasciando ai funzionari del SAG la facoltà di identificare l’eventuale presenza di prodotti effettivamente vietati: in tal caso, i prodotti che dovessero essere rinvenuti verrebbero sequestrati, senza incorrere in sanzione alcuna.

Viaggiatori con animali (cani e gatti)

Coloro che viaggiano cani e gatti devono essere in possesso di un certificato sanitario rilasciato nel Paese d’origine meno di 7 giorni prima della partenza e vistato da un Consolato cileno. È inoltre necessario possedere un certificato di vaccinazione anti-rabbica, vaccino che deve essere somministrato minimo 30 giorni prima e massimo 12 mesi prima dell’arrivo in Cile.

Fonte: Viaggiare Sicuri

2018-02-17T12:15:48+00:00