Costa Rica: La magia del centr’America

Costa Rica: La magia del centr’America

€ 1.840,00 - Quota base per persona in camera doppia (Voli esclusi)

Dominical, Monteverde, Parco Nazionale Marino Ballena, Parco Nazionale Tenorio, Parco Nazionale Tortuguero, Volcàn Arenal, Penisola di Nicoya, San José

12 giorni/10 notti

partenze possibili da/per i principali aeroporti Italiani

Partenze individuali, minimo 2 partecipanti, con assistenza di guide locali parlanti inglese/spagnolo

Tariffe soggette a riconferma alla prenotazione


Galleria Fotografica

Descrizione

Descrizione del Viaggio: ( ID 034 )

Un viaggio in Costa Rica è un’avventura in un mondo tropicale allo stato naturale, dove l’attenzione per l’equilibrio di una natura ancora vergine è una vera priorità nazionale. Nel sud la foresta pluviale è lussureggiante, i corsi d’acqua sono impetuosi e i parchi nazionali e le aree protette conservano un’eccezionale bio-diversità. Una varietà di paesaggi ed ambienti in cui si alternano mare e montagna, spiagge e vulcani, pascoli e fitte foreste tropicali.

Le aeree più famose e imperdibili sono il famoso Parco Nazionale Tortuguero creato per tutelare le tartarughe che vengono qui per deporre le uova; il Parco Nazionale del Vulcano Arenal con possibilità di avvicinarsi alla vetta addentrandosi nella foresta tra colate laviche, lagune color smeraldo e calde acque termali; il Parco Nazionale Tenorio, un massiccio vulcanico di 5 crateri spenti, tra sorgenti, torrenti e fiumi fino ad arrivare al Rio Celeste la più importante attrazione del Paese; la Penisola di Osa, luogo unico e incontaminato con un ecosistema completamente diverso dal resto del paese caratterizzato da spiagge, lagune spettacolari, acque turchesi e grotte, ideali per le immersioni e naturalmente ricchissimo di un’incredibile flora e fauna.

La Costa Rica è stata definita un’oasi di pace e tranquillità, dove la crescita in armonia con la natura sembra essere possibile.

la quota comprende:

  • Franchigia bagaglio 12 kg durante il trasferimento da/per Tortuguero
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base doppia camera standard (due letti singoli, il letto matrimoniale non è mai garantito)
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti ed escursioni con servizio collettivo e shuttle bus. Guide spagnolo/inglese durante le escursioni.
  • L’assicurazione per l’assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio.
  • La polizza Viaggi rischio Zero.
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione
  • Assistenza telefonica 24h durante il viaggio

la quota non comprende:

  • Voli intercontinentali e le relative tasse aeroportuali
  • La polizza a copertura delle penali d’annullamento (facoltativa ma raccomandata)
  • Le bevande, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio.
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”.

Attenzione:

Il programma potrebbe subire delle variazioni, anche in corso di viaggio, senza modificare il contenuto delle visite.

Quote valide dal 1 novembre al 31 ottobre con esclusione del periodo dal 16 dicembre al 5 gennaio, Semana Santa (26 marzo/1 aprile) e durante le festività nazionali.

tariffe soggette a riconferma

Richiedi info:

L'invio del presente modulo richiede l'accettazione della nostra Privacy Policy che puoi leggere a questo link:

Dichiaro di aver letto l'informativa in ogni sua parte e acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Mappa

Costa Rica: ritratto breve

Crocevia di culture ed etnie. E’ significativo il dominio degli Spagnoli fino all’inizio del XVIII secolo. La Costa Rica e la sua popolazione meticcia testimoniano ancora oggi l’unione di varie influenze. Europa, Africa e America: tre continenti in un fazzoletto di terra stretto fra l’Atlantico e il Pacifico. Oggi è uno degli Stati centroamericani più competitivi, grazie alle esportazioni di prodotti agricoli ma anche al recente sviluppo del settore turistico. Vero gioiello dell’America centrale, la Costa Rica è famosa in particolare per essere un’oasi di tranquillità in mezzo ai turbolenti Paesi vicini, anche se le sue attrattive non si limitano certo alla stabilità politica. Le bellezze naturali, il patrimonio floreale e faunistico e l’illuminato programma di tutela ambientale attirano turisti da tutto il mondo. Così come le onde – tra le migliori del Centro America per gli amanti del surf -, le spiagge in gran quantità e un clima che induce al relax e che consente ai turisti di apprezzare quella che, da quelle parti, si chiama “ pura vida “, ovvero la vita nella sua espressione migliore.

(M.P.)

Capitale:

San Josè. La cosmopolita capitale della Costa Rica è il centro nevralgico dell’area settentrionale dell’America latina e, infatti, chiunque visiti il Paese vi trascorre almeno qualche giorno. Rispetto a molte capitali sudamericane, ha un’atmosfera più da città nordamericana, con grandi magazzini, gallerie, negozi e catene di fast food, ottimi ristoranti e mercati pittoreschi. È la più grande del Paese, fondata negli anni Trenta del XVIII secolo, e offre un’interessante varietà di musei e dimore storiche. A distinguersi, in particolar modo, sono il Museo Nacional, dove sono esposti reperti archeologici, mobili coloniali e oggetti d’arte sacra; il Museo dell’Oro Precolombiano, che ospita una splendida collezione di oggetti precolombiani in oro; e il Museo de Jade, che possiede la più grande collezione mondiale di sculture precolombiane in giada. L’edificio più imponente della città è il Teatro Nacional, costruito nell’ultimo decennio del XIX secolo per spettacoli teatrali, balletti e concerti dell’orchestra sinfonica nazionale. Il mercato più bello è, invece, il Mercado Central, molto animato e con merci di ogni tipo – dal pollame agli articoli in cuoio – nonché uno dei posti migliori della città per mangiare spendendo poco.

Lingua

La lingua ufficiale è lo spagnolo, ma nelle zone turistiche si parla l’inglese. Molti neri della zona caraibica parlano un vivace dialetto inglese chiamato creolo. In alcune è diffuso il bribri che (secondo le stime attuali viene utilizzato da circa 10mila persone).

Religione

La religione ufficiale del Paese è il cattolicesimo (i fedeli sono il 70,5% della popolazione ma i praticanti il 45%). Il 13,8% è protestante, l’11,3% non dichiara alcuna appartenenza religiosa. La comunità ebraica è insediata soprattutto nella capitale, dove sono diffuse anche altre religioni, tra cui l’Islam, il bahaismo e l’induismo, che insieme rappresentano il 4,3% della popolazione.

Sport

Gli sport più seguiti sono il golf, la pesca d’altura, il trekking, le attività subacquee, l’equitazione e il biking. Visto le numerose spiagge, sono molto diffusi il surf, il surf con longboard e il surf con bodyboard. Anche il calcio è uno sport molto amato e la nazionale costaricana è una delle più titolate dell’America Centrale. Tra le principali squadre: L’Herediano, la Liga Deportiva Alajuelense e il Deportivo Saprissa.

Fuso orario

Sette ore in meno rispetto all’Italia, che diventano otto ore in Italia vige l’ora legale.

Distanza dall’Italia

Non essendoci voli diretti da o per l’Italia, il Paese è raggiungibile solo con voli che fanno scalo in Spagna o provenienti dal Venezuela, Messico e Stati Uniti.

Moneta

La moneta ufficiale è il Colon Costaricano (CRC), ma il Dollaro americano (USD) è ampiamente accettato.

Fonte: Dove Viaggi

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: necessario, (si consiglia una validità residua di almeno 3 mesi al momento dell’ingresso nel Paese). In caso di furto del passaporto la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia emette un foglio di rientro (gratuito e rilasciato a vista) che, però, non permette il transito negli Stati Uniti. Coloro che fossero in possesso di un biglietto aereo di ritorno che preveda il transito negli USA, a meno che non possano cambiare prenotazione, devono pertanto attendere il rilascio di un nuovo passaporto elettronico dopo che l’Ambasciata avrà chiesto ed ottenuto il nulla osta e la delega dalla Questura italiana competente. L’attesa può variare da pochi giorni fino ad un mese, a seconda della Questura competente.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento : “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso: non necessario, per turismo fino a tre mesi di permanenza nel Paese. E’ necessario possedere il biglietto aereo di andata e ritorno.

Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato presente in Italia  o il proprio Agente di viaggio.

Formalità valutarie: è consentita al seguito del viaggiatore l’importazione di effetti personali privi di ogni carattere commerciale (comprese videocamere, macchine fotografiche, personal computer, articoli sportivi, ecc.). E’ inoltre consentita l’importazione di 3 litri tra vini e/o liquori e 500 gr. di sigarette o sigari. È vietata l’importazione di generi alimentari.

Le principali banche locali sono abilitate al cambio dell’Euro (Banco Nacional – Banco di Costa Rica) ma il cambio praticato è leggermente penalizzante. Si consiglia di utilizzare il dollaro USA quale valuta di riferimento, oppure l’utilizzo di carte di credito o bancomat internazionali.

Fonte: Viaggiare Sicuri

Visto d’ingresso: non è richiesto il visto per turismo fino a 90 giorni. Se necessaria una proroga oltre tale periodo, rivolgersi alla “Dirección General de Migración”, 4a calle 4-37, zona 9, tel. (2360 8546).

N.B. superati i termini di ingresso nel Paese (di norma 90 gg), alla Frontiera viene richiesto il pagamento di una multa   pari a 20 Quetzales ( 2 Euro ca) per i giorni in eccesso.

Per motivi diversi da quelli turistici quali: ricerca, studio, volontariato, ecc., (anche se rientranti nel periodo di 90 giorni previsti per il turismo), si consiglia di contattare l’Ambasciata o gli Uffici consolari del Guatemala presenti in Italia per chiarimenti sui singoli casi.

Si segnala che la tassa di imbarco richiesta all’uscita dal Paese è generalmente compresa nel costo del biglietto, oltre ad un’ulteriore tassa da pagare in aeroporto di 20 Quetzales (2 Euro).

Formalità valutarie e doganali:

in entrata nel Paese non è consentito il possesso di oltre 10.000 dollari USA (o l’equivalente in Euro).  Si registrano  alcune  difficoltà nel cambio di Euro con moneta locale. Il Dollaro USA   è accettato in molti esercizi pubblici (alberghi, ristoranti, grandi magazzini, ecc.), come pure carte di credito o bancomat.

Limitazioni alle importazioni: non vi sono particolari limitazioni, tranne che per alcuni prodotti alimentari quali gli insaccati e la carne cruda.

Fonte: Viaggiare Sicuri

2018-02-17T12:15:22+00:00