Filippine da sogno – Manila, Bohol, Pamilcan, Palawan

Filippine da sogno – Manila, Bohol, Pamilcan, Palawan

3930
Quota per persona in camera doppia

Manila, Bohol, Pamilacan, Sebang, Palawan, El Nido

Volo di linea da/per principali aeroporti Italiani

Tour in auto privata con partenze giornaliere
Guida/autista in inglese o in italiano su richiesta

Le tariffe indicate potrebbero subire delle variazioni soggette a riconferma al momento della prenotazione a causa delle oscillazioni valutarie


Galleria Fotografica

Descrizione

Le Filippine sono Un paradiso distribuito su un arcipelago alle porte dell’Oceano Pacifico, formato da 7.107 isole.

Mare Verde smeraldo, spiagge bianchissime, vegetazione lussureggiante, montagne, vulcani, laghi, storia, una fusione di bellezza prorompente.

Manila

Manila, la capitale, si trova sulla costa est della baia di Manila sulla più grande delle isole delle Filippine, Luzón. Da non perdere il centro storico risalente al XVI sec., racchiuso da mura fortificate.

Bohol

L’isola di Bohol, a sud est di Cebu, è parte dell’arcipelago delle isole Visayas, paradiso tropicale di bellezza naturale in un mare cristallino e trasparente. La vegetazione lussureggiante fa da contorno ad una grande spiaggia corallina bianchissima; qui si trovano alcuni dei siti per immersioni più belli del paese, da non perdere le famose montagne di cioccolato, e la minuscola scimmia “Tarsier”.

Palawan

L’isola di Palawan è un autentico santuario naturale, con incredibili paesaggi,  con le sue insenature, la vegetazione lussureggiante e le foreste vergini, con flora e fauna marina ricchissime. L’arcipelago di Bacuit o parco marino di El Nido è straordinario con i suoi sconvolgenti panorami, le sue spiagge bianche di polvere corallina, acque azzurre cristalline e le imponenti montagne che sembrano disegnate che si gettano a picco nel mare, specchio verde smeraldo. E’ questo il contesto unico che farà da corollario ai Vostri resorts.

A Nord di Palawan si stende l’arcipelago delle isole Cuyo, composto di 45 isole e isolotti, ancora poco toccate dal turismo. Tra queste la più interessante è l’isola privata di Pamalican che misura 5km di lunghezza e 500 mt di ampiezza.

L’isola, lambita dal tranquillo mare di Sulu, è circondata da una barriera corallina incontaminata di 7 km che garantisce agli appassionati di snorkelling ed immersioni, avvistamenti e fondali strepitosi.

Soggiornare a Pamalican Island rappresenta una vera e propria chicca.

Richiedi info:

L'invio del presente modulo richiede l'accettazione della nostra Privacy Policy che puoi leggere a questo link:

Dichiaro di aver letto l'informativa in ogni sua parte e acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Mappa

Filippine: Ritratto in breve

Arcipelago di oltre 7mila isole incastonato tra l’Oceano Indiano, il Mar Cinese meridionale e il Mar di Celebes, le Filippine, il cui nome deriva dal celeberrimo re di Spagna Filippo II, conservano un patrimonio naturalistico tra i più incontaminati al mondo. Solo 2mila di queste isole sono abitate, anche perché molte non superano il chilometro quadrato di superficie e le isole Luzon e Mundao occupano, da sole, quasi il 70% del territorio del Paese. L’arcipelago ospita più di 8mila specie di fiori e oltre 500 di uccelli, compresi animali rari come il topo cervo, il topo nuvola, il tabio e il bulik, solo per citarne alcune, che vivono soprattutto sulle montagne ricoperte da una foresta rigogliosa: da qui, i fiumi scendono impetuosi verso il mare, attraversando la foresta tropicale e laghi vulcanici e regalando al visitatore un’esperienza di natura incontaminata, lontano dalle mete del turismo di massa.
L’arcipelago delle Filippine, passato dalla secolare dominazione spagnola, iniziata quando Magellano vi approdò nel 1521, al protettorato statunitense, per poi approdare all’indipendenza nel 1946, sono caratterizzate una fusione di genti e culture unica al mondo: un incontro perfetto fra le tradizioni polinesiane, iberiche, cinesi e indiane.

Capitale

Manila, la capitale delle Filippine, sorge sull’isola di Luzon ed è nata da una colonia musulmana posta sulla foce del fiume Pasig. Oggi è la città con la più alta densità abitativa al mondo e mostra ancora i segni della conquista spagnola avvenuta nel Cinquecento e della successiva occupazione da parte degli americani. Sebbene dell’antico periodo coloniale rimanga assai poco, anche a seguito dei bombardamenti durante la Seconda guerra mondiale, all’interno del cosiddetto Intramuros (la superstite cinta muraria spagnola) è possibile ammirare la splendida chiesa di St. Augustin o uno dei pochi esempi di dimora coloniale ancora interamente conservata: Casa Manila. Per il resto la città si presenta come una metropoli a tutti gli effetti, dai negozi e centri commerciali numerosi e dal traffico assordante. Manila non è soltanto la sede degli uffici amministrativi e del governo delle Filippine ma anche il principale motore della vita culturale dell’arcipelago con i suoi musei, le sue biblioteche e la sua università (Pamantasan ng Lungsod ng Maynila) che è stata fondata del 1965 ed è la più prestigiosa delle Filippine. Davvero suggestiva anche la Baywalk, una lunga passeggiata che si trova di fronte alla baia di Manila da dove si può ammirare uno dei più bei tramonti del mondo. Tra alte palme da cocco si incontrano, per i due chilometri della passeggiata, caffè, ristoranti all’aperto e aree allestite con palchi sui quali si esibiscono ogni sera gruppi musicali di ogni tipo.

Lingua

Le lingue ufficiali delle Filippine sono il tagalog (Filippino) e l’inglese. Tra le lingue riconosciute dalla costituzione lo spagnolo e l’arabo.

Religione

Il Paese è a maggioranza cristiana. Più dell’80% della popolazione professa la religione cattolica, mentre la restante parte si divide tra protestanti e musulmani.

Sport

Lo sport per eccellenza è il basket, ma è molto diffuso anche la pelota, il tradizionale e antico gioco importato dalla Spagna. Per gli amanti del trekking c’è solo l’imbarazzo della scelta. Si può scalare il monte Pinatubo camminando tra crepacci altissimi oppure optare per il Mayon, un vulcano ancora attivo e alto 2450 metri. Altre escursioni interessanti sono quella al monte Taal, il vulcano più piccolo e pericoloso del mondo e il monte Apo (2954 m), la vetta più alta delle Filippine. Le immersioni possono essere effettuate praticamente ovunque, anche se i luoghi più rinomati sono Boracay, la spiaggia di Alona, Puerto Princesa e l’isola di Apo. Sulle rapide del fiume Pagsanjan i più coraggiosi possono divertirsi andando in canoa nelle acque dove sono state girate alcune scene del celebre Apocalypse Now.

Fuso orario

Sette ore in avanti rispetto all’Italia.

Distanza dall’Italia

Le Filippine distano dall’Italia più di 10mila chilometri. A seconda della compagnia aerea scelta il viaggio prevede circa 15 ore di volo.

Moneta

La moneta ufficiale è il Peso filippino (PHP).

fonte: Dove Viaggi

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Dal 1° gennaio 2017 per entrare nel territorio delle Filippine è obbligatorio il possesso di un passaporto elettronico. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore. L’ingresso nel Paese è consentito previa esibizione del biglietto aereo di ritorno o di uscita dal Paese verso un luogo diverso da quello di provenienza.
Si ricorda altresì che negli aeroporti internazionali e nazionali filippini è obbligatorio per tutti i passeggeri che si imbarcano il pagamento di una tassa aeroportuale di diversa entità.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Aggiornamento: “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto di ingresso: Per i cittadini italiani che vogliano soggiornare nel Paese per meno di 30 giorni non è necessario l’ottenimento di un visto presso le rappresentanza filippine; un visto di ingresso gratuito è ottenibile all’arrivo in aeroporto. Per soggiorni superiori ai 30 giorni, rimane l’obbligo di estensione da richiedere presso il “Bureau of Immigration”  (Magallanes Drive, Intramuros, Manila. Tel.:  0063 2 527 3248), prima della scadenza del visto. Tale estensione ha un costo di circa 60 dollari USA.

Formalità valutarie e doganali. Non si può esportare valuta locale per un ammontare superiore a 5.000 pesos. Non vi sono limiti all’introduzione di valuta, tuttavia per somme superiori ai 10.000 dollari è obbligatorio denunciarle.
Il visitatore temporaneo non può introdurre nel Paese armi, prodotti agricoli, cibo e medicinali salvo le quantità concesse per uso personale.

fonte: Viaggiare Sicuri

2018-02-06T09:07:25+00:00