Sulle Orme di Gengis Khan

Sulle Orme di Gengis Khan

€ 1.400 - Quota base per persona in camera doppia (Voli esclusi)

Ulaanbaatar, Hustain Nuruu, Kharakorum, Tsetserleg, Tsenkher, Bayangobi,

8giorni/7notti

partenze possibili da/per i principali aeroporti Italiani

Partenze individuali, minimo 2 partecipanti, con assistenza di guide locali in Fuoristrada

Tariffe soggette a riconferma alla prenotazione


Galleria Fotografica

Descrizione

Descrizione del Viaggio: (094)

Un viaggio in Mongolia è anche un viaggio nel passato: nelle praterie sterminate, nel deserto dei Gobi e nella steppa mongola il tempo è trascorso senza lasciare tracce e la vita quotidiana è scandita dalle abitudini nomadi. Sarete accolti da un popolo aperto e ospitale che vive in perfetta armonia con la natura, dedicandosi all’allevamento del bestiame. L’arte, la cultura e la storia di questo paese vi trascineranno nel suo glorioso passato, sulle tracce di Gengis Khan.

Ulaanbaatar visita del monastero buddista di Gandan, che è il più importante della Mongolia. e altri templi minori appartenenti a epoche e stili differenti.

Museo di Storia Nazionale, che ripercorre la storia della Mongolia dall’antichità fino alla rivoluzione democratica del 1990, incluso il periodo di Gengis Khan, e della piazza principale, Parco nazionale di Hustain Nuruu, che copre una superficie di 900 kmq. Qui, a partire dal 1993, sono stati reintrodotti i Takhi, chiamati anche cavalli di Prezewalski, ultimi esemplari di cavalli selvaggi esistenti al mondo. Kharakorum. La città, fondata nel 1220, era l’antica capitale del grande impero mongolo, e fu distrutta dai Cinesi nel 1382. Visiterete i resti della vecchia città di Kharakorum e il Monastero di Erdene Zuu.

Tsetserleg, centro amministrativo della provincia di Arkhangai. Qui potrete visitare il mercato locale e il monastero Zayan Gegeeni, posto ai piedi di una montagna, in posizione sopraelevata rispetto alla città.

Le sorgenti termali – di acqua calda – di Tsenkher, dove potrete provare provare una “Jacuzzi” naturale e rilassarvi nella tranquillità della natura.

Bayangobi (chiamato anche Elsen Tasarkhai), un luogo dal panorama unico poiché coesistono deserto, steppa e foresta. Tempio di Ovgoni, situato in una vallata tra le montagne, costruito nel 1640 e distrutto dall’esercito di Zungar Galdan Bochigtu, rivale di Zanabazar, nel 1660. Ulaanbaatar. Visita del museo di Choijin Lama, situato in pieno centro città: l’antica residenza del più grande lama (Luvsan Haidav Choijin), composta da diversi templi costruti in stile tibetano, ospita ora un museo con una ricca collezione di arte buddista.

la quota comprende:

  • ″ pernottamento in albergo 3 stelle in camera doppia
  • ″ pernottamento in gher da 4 persone
  • ″ pasti come da programma
  • ″ guida/interprete locale parlante inglese
  • ″ fuoristrada (Mitsubishi Delika) con autista
  • ″ biglietti d’ingresso e tasse locali
  • ″ servizio di accoglienza e accompagnamento all’aeroporto

Chi volesse la camera singola in albergo o gher singola/due letti dovrà versare – previa conferma della disponibilità – i supplementi sopra indicati

*Tali supplementi potrebbero essere applicati qualora per motivi organizzativi (numero/sesso partecipanti) sia necessario assegnare camere singole e gher doppie

** nel costo su base 2 partecipanti è già compreso il supplemento per pernottamento in gher doppia

Servizi non inclusi nel prezzo:

  • ″ biglietto aereo e tasse aeroportuali
  • ″ assicurazione
  • ″ bevande (ad eccezione di tè e caffè)
  • ″ mance, spese personali, permessi per fotografare, eventuali supplementi per camera singola e gher doppia e tutto quanto non espressamente indicato tra i servizi inclusi

tariffe soggette a riconferma

Richiedi info:

L'invio del presente modulo richiede l'accettazione della nostra Privacy Policy che puoi leggere a questo link:

Dichiaro di aver letto l'informativa in ogni sua parte e acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Mappa

La mongolia dalla A alla Z

ABBIGLIAMENTO: Anche in estate le notti possono essere decisamente fredde in Mongolia, e quindi si consiglia un abbigliamento adeguato prevedendo anche impermeabile, cappello, crema solare e prodotto antizanzare.

ALLOGGIO: si possono trovare solo nella capitale dei buoni alberghi da 4 ad una stella. Esiste la possibilità di alloggiare in città presso famiglie. Al di fuori della capitale la soluzione più comune sono i campi gher.

La gher è la tipica abitazione dei nomadi della steppa mongola: assomiglia più ad una vera e propria abitazione che ad una tenda perchè ha una struttura circolare in legno, rivestita di feltro e il pavimento è di stuoie. Si sta comodamente in piedi ed è dotata di letti, materassi, piumini e lenzuola.

In alcune località, se indicato nel programma, il pernottamento è previsto in tende fornite da Mondiscovery unitamente a materassi e sacchi a pelo.

CLIMA: con una media annuale di 260 giorni di sole, la Mongolia si è meritata il soprannome di “terra del cielo blu”. Nel complesso il clima è continentale, con inverni lunghi e rigidi ed estati relativamente calde. Le precipitazioni sono concentrate in luglio e agosto, sono comunque di breve durata e il tempo cambia rapidamente. Il periodo migliore per viaggiare è dalla metà di maggio a settembre.

Nel deserto dei Gobi si possono registrare escursioni termiche anche di 30° tra il giorno e la notte.

COME RAGGIUNGERE LA MONGOLIA: in aereo, con voli per Ulaanbaatar via Mosca con Aeroflot, via Berlino e Mosca con Miat (la compagnia di bandiera della Mongolia), via Pechino con le varie compagnie che arrivano in questa città per poi proseguire con Miat o Air China; in treno da Mosca (5 notti/6 giorni) e da Pechino (1 notte/ 2 giorni).

Per dettagli e contatti cliccare su links

ELETTRICITA’: 220 V, 50Hz, presa di tipo europeo. Le gher dispongono di corrente elettrica per la ricarica delle batterie.

FUSO ORARIO: La differenza tra la capitale mongola e l’Italia è di 7 ore (6 nella parte occidentale del paese).

GIORNI FESTIVI: Shiin Jil (capodanno), 1° gennaio; Tsagaan Sar (nuovo anno lunare), gennaio/febbraio (secondo il calendario lunare); compleanno di Budda, maggio/giugno; Festa delle Madri e dei Bambini, 1° giugno; Naadam (festa nazionale), 11-13 luglio; Giorno dell’indipendenza, 26 novembre.

GUIDE E INTERPRETI: al di fuori della capitale sono parlate ben poche lingue straniere, per cui è indispensabile una guida o un interprete. MDT propone guide esperte che parlano inglese, francese, tedesco, russo. Ci sono anche guide che parlano italiano e spagnolo ma in minor numero e quindi la loro disponibilità deve essere da noi confermata.

LINGUA: la lingua ufficiale è il mongolo, le lingue straniere parlate da alcuni nelle città sono inglese, francese, russo, tedesco.

MONETA: la moneta è il Tugrik (1 US $ = 1100 Tugrik in aprile 2005). Per i pagamenti in contanti è senz’altro preferibile disporre di US$.

Le carte di credito sono accettate solo nei principali alberghi e negozi di Ulaanbaatar.

I traveller cheques possono essere cambiati solo in banca ma con un alto tasso di cambio.

POPOLAZIONE: su di una superficie di oltre 1 milione e mezzo di chilometri quadrati vivono circa 2,5 milioni di abitanti.

Il gruppo etnico più numeroso è rappresentato dai mongoli Khalkhas (86%), altri gruppi sono i Kazaki (6%) nell’ovest del paese, i Tsaatan o popolo delle renne (solo 200 persone) nel nord e più di una ventina di altre etnie che discendono dai Mongoli e dai Turchi.

RELIGIONE: Buddismo lamaista (94%), Islam (6%). Lo sciamanesimo ha ancora una grande influenza soprattutto nel nord del paese.

SALUTE: la Mongolia è in generale un paese sicuro dal punto di vista sanitario, quindi non è richiesta alcuna vaccinazione. Ad Ulaanbaatar ci sono ospedali. Tuttavia se avete bisogno di farmaci specifici o particolari, è meglio portarli da casa. Tutte le nostre automobili sono comunque attrezzate con una cassetta di pronto soccorso in caso d’emergenza.

SHOPPING: i souvenir tradizionali sono i costumi tipici chiamati “del”, i cappelli di feltro, i pullover di cachemire, bambole, tabacchiere e stampe a caratteri mongoli nonché dipinti tradizionali e di paesaggi. Per esportare oggetti antichi occorre un permesso rilasciato dal Dipartimento della Cultura.

SICUREZZA: la Mongolia è un paese sicuro. La sede sociale di MDT mette in ogni modo a disposizione delle casseforti. In caso di bisogno, il personale è a vostra disposizione per aiutarvi 24 ore su 24.

STRADE: ad eccezione delle città e delle immediate vicinanze, ci sono poche strade asfaltate. Per questo motivo i trasporti sono lunghi e ed è indispensabile un fuoristrada per recarsi in provincia (vedi sezione trasporti).

TELEFONI: I cellulari GSM abilitati al roaming internazionale possono fare e ricevere chiamate o sms da Ulaanbaatar e in alcune aree principali del paese.

Il prefisso dall’Italia per chiamare la Mongolia è 00976 + 11 per Ulaanbaatar.

VISTO: per entrare in Mongolia sono necessari passaporto con validità di ancora 6 mesi e visto. Per maggiori dettagli cliccare su info.

Fonte: Mongolia Discovery Europe

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL’INGRESSO NEL PAESE

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso:

Dal 1° gennaio 2016 è necessario richiedere il visto di ingresso anche per soggiorni brevi di turismo, in quanto il Governo mongolo non ha prolungato il provvedimento di esenzione adottato nel 2015.

Per ottenere il visto e per eventuali ulteriori informazioni, ci si può rivolgere all’Ambasciata di Mongolia a Roma (Via Vincenzo Bellini 4 – 00198, Roma / E-mail: italy@mfa.gov.mn  / Tel:  +39-06-8540536/    http://www.italy.mfa.gov.mn/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=21&Itemid=37&lang=en

Per la richiesta del visto e’ necessario esibire un passaporto con validità residua di almeno sei mesi, una foto formato tessera e compilare un apposito formulario.

Il costo del visto varia a seconda delle finalità del viaggio, del numero degli ingressi richiesti e delle tasse amministrative applicate dalla Sede emittente (per un visto turistico il costo si aggira intorno ai 60 EUR). In caso di reale necessità, il visto può essere ottenuto direttamente all’Aeroporto di Ulaan Baatar o nelle stazioni ferroviarie al confine con la Russia e con la Cina, pagando una tassa di circa 50 US$. Si raccomanda vivamente di arrivare nel Paese già dotati di visto. Maggiori informazioni su http://www.infomongolia.com

Qualora il soggiorno si prolunghi oltre 30 giorni, entro sette giorni  dall’arrivo gli stranieri sono tenuti a registrarsi (pagando circa 12 US$) presso l’Immigration, Naturalization and Foreign Citizens Bureau (in mongolo questo Ufficio e’ chiamato EBMONT Erigni Burtghel Medelin Tuv), ubicato al secondo piano del Dipartimento di Polizia di Zuun Ail in Ulan Baatar.

I visitatori che si trovano fuori della capitale debbono registrarsi presso gli uffici di Polizia locali. Una piccola tassa di ingresso di 500 tughrik viene richiesta al rientro nelle principali città dopo un soggiorno in campagna. L’inosservanza di detti obblighi comporta multe che variano dai 100 ai 300 US$. Si fa presente che i visitatori che rimangono in Mongolia oltre il periodo previsto dal visto possono essere fermati alla frontiera, con diniego di uscire dal Paese e assoggettati a multe.

Il visto anche turistico puo’ essere prolungato fino ad un massimo di 30 giorni presentando richiesta al Dipartimento di Polizia sopra indicato.

Si rammenta che occorre pagare una tassa di circa 12 US$ a persona all’atto della partenza dall’aeroporto.

Per i cittadini non residenti e’ opportuno munirsi del visto di ingresso per la Cina e per la Russia direttamente in Italia, presso gli uffici consolari delle Rappresentanze Diplomatiche competenti, se prevedono di recarsi in tali Paesi dalla Mongolia. Gli uffici consolari cinesi e russi a Ulaanbaatar infatti non rilasciano piu’ visti di ingresso a stranieri che non risiedano in Mongolia.

Formalità valutarie: non è consentito uscire dal Paese con una somma superiore a quella dichiarata in entrata.

Il dollaro statunitense e l’Euro sono le valute straniere preferite, accettate nella capitale anche per piccole transazioni commerciali. Le carte di credito hanno una diffusione molto limitata (grandi alberghi e alcuni ristoranti e negozi), mentre sono quasi del tutto sconosciute al di fuori della capitale.

Dati Paese

bandiera Mongolia

Mongolia

Asia

Codice paese: MN

Capitale: ULAAN BAATAR

Popolazione: 3.081.677 (stime 2016)

Superficie: 1.564.160 km²

Fuso orario

Lingue

Religione

Moneta

Telefonia

Ambasciate e consolati

AMBASCIATA D’ITALIA IN ULAANBAATAR:

Fonte: Viaggiare Sicuri

2018-03-28T16:33:37+00:00